Storia

back button

Aquarium WRalt

Terrazza 1999

Alte Wildkatzenanlage

L'exhibit del gatto selvatica nel 1982

gaemsengehege alt

L'exhibit della camozza nel 2000

L’Alpenzoo si trova alle pendici dei monti della Nordkette sul versante soleggiato di Innsbruck, a soli 15-20 minuti a piedi dal centro storico della città. Accanto all’entrata si nota la fortezza denominata Weiherburg, edificata a partire dal 1460 dal cittadino di Innsbruck Christian Tänzler che la scelse come propria residenza. Anche l'imperatore Massimiliano I fu tra i suoi ospiti. Nel 1591, l’arciduca Ferdinando II decise di istituire presso la Weiherburg un piccolo giardino zoologico imperiale.

L'apertura dell’Alpenzoo di Innsbruck rappresentò il collegamento con i giardini zoologici rinascimentali restituendo all’edificio della Weihrburg almeno una parte del suo antico splendore. Vicino all'ingresso, il recinto dei castori ricorda il "laghetto", in tedesco appunto Weiher, e le storiche vasche ittiche, cui l’edificio della Weiherburg deve il suo nome.

L’Alpenzoo venne inaugurato il 22 settembre 1962 e fu subito accolto positivamente dalla popolazione. I visitatori erano già 30 000 alla fine dell'anno. Il numero dei visitatori è aumentato continuamente, fino a raggiungere la media attuale di circa 300 000 persone all'anno.

Coloro che oggigiorno visitano l’Alpenzoo e ammirano il picchio muraiolo, il merlo acquaiolo, il castoro e gli stambecchi, probabilmente ignorano che tale successo è dovuto alla infaticabile dedizione e al lavoro del Prof. Hans Psenner (1912 - 1995). Egli è considerato il "padre dell’Alpenzoo", poiché già in età giovanile si impegnò a promuovere presso l’opinione pubblica l'istituzione di un "zoo alpino". Finalmente nel 1962, a 50 anni, riuscì a vedere realizzato il sogno della sua vita. La storia dell’Alpenzoo si dipana quindi attraverso un notevole arco di tempo, dagli esordi sotto la guida di Hans Psenner (direttore dal 1962 al 1979), alla rapida crescita sotto la guida del Dr. Helmut Pechlaner (direttore dal 1979 al 1991, successivamente direttore dello Zoo Schönbrunn di Vienna dal 1992 al 2006), e specialmente dal 1992 al 2017 sotto la direzione del Dr. Michael Martys fino ai giorni nostri con il Dipl. Biol. André Stadler in qualità di Amministratore Delegato e Direttore zoologico in carica dal 2018.