L'Alpenzoo oggi

back button

Birkhuhnvoliere

L'exhibit del fagiano di monte

Terrasse

Il grande acquario di un lago alpino

Steinbockgehege

L'exhibit degli stambecchi

Nel corso dell’ultimo decennio sono stati intrapresi e realizzati diversi progetti significativi. Ad esempio, sono state realizzate una fattoria didattica per razze di animali domestici tipici dell’ambiente alpino e in pericolo di estinzione (2000), l’ampia voliera per l'ibis eremita (2002), due nuove strutture atte ad ospitare l’orso bruno e il bisonte (2003). Nel 2005 è stata inaugurata la voliera percorribile che riproduce l’ambiente del bosco di ripa, nel 2006 la torre dei corvi imperiali che porta il nome del disegnatore austriaco Paul Flora.

Nel 2006 sono stati completati il reparto roccioso per gli stambecchi e il grande sistema detto "Innergschlöß", una voliera destinata ad ospitare esemplari di gipeto (o avvoltoio degli agnelli) insieme con la lepre bianca, la marmotta, la coturnice e il fringuello alpino. I camosci sono stati trasferiti nella loro nuova struttura nel 2008. Il 2009 ha visto la realizzazione dei complessi per l’aquila reale, i rapaci notturni (gufi e civette) e quello per gli urogalli. Nel 2010 è stato ampliato il recinto delle lontre e in 2012 un grande acquario che riproduce l’ambiente di un lago alpino, mentre lo spazio della vecchia spianata é stato adibito a spazio-eventi.

Nel 2014 è stato inaugurato il recinto del fagiano di monte  e nel 2016 è stato completato il nuovo ristorante ANIMAHL.